mercoledì 22 febbraio 2017

Chiacchiere di Iginio Massari


Le chiacchiere sono un tipico dolce della tradizione italiana, sono una preparazione caratteristica del periodo di Carnevale e a seconda della regione di provenienza esse assumono nomi diversi: bugie in Piemonte; lattughe in Lombardia; frappe e sfrappole in Emilia Romagna; galani in Veneto; coffe nel centro Abruzzo; in alcune regioni, per la loro caratteristica forma a “nodo”, vengono chiamate fiocchetti. Le chiacchiere hanno un origine secolare, legata addirittura all’antica Roma. Infatti le chiacchiere, chiamate allora frictilia, venivano preparate dai romani per festeggiare i saturnali (festività corrispondente al carnevale dei giorni nostri). Durante i festeggiamenti, le frictilia venivano distribuite al popolo in quanto, per la loro facile preparazione, si prostravano a cotture di grande quantità. Infine possiamo concludere dicendo che, quello delle chiacchiere, è un fenomeno tutto italiano che affonda le origini nella nostra storia fino ad arrivare sulle nostre tavole, un modo gustoso per restare in contatto con le nostre tradizioni anche il giorno di Carnevale.
Ho già postato una ricetta,ma questa volta ho voluto provare quello del grande maestro Massari,il quale utilizza la farina manitoba, chi l'avrebbe mai detto.....
La farina ricca di proteine ha la capacità di gonfiarsi in fase di cottura, rendendo questo fritto leggero, poiché assorbe pochissimo olio.
Il risultato eccellente,irresistibili,friabili e gustose.

Ingredienti:

500 g di farina manitoba
60 g di zucchero
60 g di burro morbido
175 g di uova
5 g di sale fino
50 g di marsala
la buccia grattugiata di un limone
i semi di un baccello di vaniglia (ho usato l’estratto)
olio di arachide per friggere q.b.
zucchero a velo per spolverare q.b.

Preparazione:

Mettete sul piano di lavoro la farina a fontana, unite il resto degli ingredienti ed impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo, liscio e vellutato. Lasciatelo riposare a temperatura ambiente coperto con del cellophane per circa un’ora.
Stendete l’impasto molto sottilmente, penultima tacca della macchina per tirare la sfoglia, tagliare dei rettangoli e inciderli al centro.
Immergete poche chiacchiere alla volta in abbondante olio di arachide a 176°.
Rigiratele velocemente e lasciatele sgocciolare su carta assorbente da cucina.
Spolveratele abbondantemente con lo zucchero a velo.
Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...