venerdì 13 maggio 2016

Sorbetto a limone


Il gelato al limone è sicuramente un ottimo fine pasto o una pausa rinfrescante nei caldi pomeriggi estivi. Se amiamo preparare il gelato a casa, potremo cimentarci nella sua preparazione che non è molto difficile. La ricetta del gelato al limone prevede anche l'aggiunta di panna e latte, invece, il sorbetto al limone è fatto di limoni, zucchero e acqua. Vi posta la versione del sorbetto realizzata con il Bimby, facile e veloce.



Ingredienti

500 gr di acqua 
250 gr di zucchero 
1 albume 
100 gr di succo di limone 
scorza grattugiata di 2 limoni


Preparazione Bimby:

Versare nel boccale l'acqua e lo zucchero: azionare 7 minuti, 100°C, velocità 2. 
Unire la scorza di limone grattugiata e lasciarla riposare all'interno del boccale caldo per almeno 10 minuti. Prelevare la buccia filtrando il composto con un colino e trasferire in un contenitore largo, adatto al freezer, dalle pareti basse. 
Fare raffreddare e rimettere nel boccale. Unire l'albume e il succo di limone ed azionare per 1 minuto a velocità 8. 
Versare il composto nuovamente all'interno del contenitore e porre in freezer per almeno 4 ore. 
Poco prima di servirlo tagliarlo a cubetti e inserirli nel boccale: fare mantecare per 20 secondi a velocità 7 e poi per 10 a velocità 5 spatolando. 



domenica 1 maggio 2016

Fiocco di neve...il tormentone




Impazza sul web e non solo questo dolcetto napoletano che poco dopo la sua nascita subito ha avuto un clone, le nuvole e decine di altre imitazioni..
L'originale "Fiocco di neve", nasce in una piccolissima pasticceria "Poppella" sita nel Rione Sanità.
Quando sono arrivata in questa pasticceria sono stata colpita dalla metratura, davvero piccolissima dove affannate commesse con un movimento quasi meccanico impacchettavano decine e decine di questo  dolcetto. Uso il termine dolcetto perchè davvero è piccolo,un bocconcino , come si dice a Napoli" giust p'spurcà o rent".









Sono stata colpita dalla sofficità dell'impasto esterno, morbidissimo ma un pochino delusa dal ripieno. Un misto di panna e ricotta( pare).




Come tante appassionate ho voluto provare ad imitarlo anche io ma con una variante nel ripieno. La ricetta  esterna l'ho presa dalla mia amica Clara, la troverete sul suo Blog qui. Mi sn comunque attenuta a tutte le sue indicazioni anche riguardo il metodo di farcitura.
Vi posto la ricetta che ho provato io, seguendo alla lettera l'impasto esterno di Clara,ottimo!
Ingredienti per 20 nuvole
Impasto:
125 gr di farina 00
100 gr di farina manitoba
40 gr di zucchero
40 gr di burro
8 gr di lievito di birra fresco
85 gr di latte
40 gr di acqua
una presa di sale
aroma vaniglia .
Preparare l'impasto,io ho usato il bimby. Ho unito tutti gli ingredienti tranne il burro e ho fatto andare due minuti a velocità spiga. Ho aggiunto in tre volte il burro cercando di non surriscaldare l'impasto sempre a velocità spiga per un max di 2 minuti. Lasciare lievitare fino a triplicare l’impasto. Dividere l’impasto in 20 pezzi da 20 gr ciascuno .. Formare le palline pirlandob ogni singolo pezzo. Mettere a lievitare le palline fino al raddoppio. Quando le palline saranno pronte, cuocere in forno statico a 175°  per circa 7 minuti.  
Ripieno:
100 gr, di ricotta
Aggiungere la panna e la ricotta solo quando la crema sarà fredda.
Per decorare:
zucchero a velo vanigliato
Il trucco per avere delle perfette nuvole è farcirle calde! In questo modo la struttura della mollica cede e lascia tutto lo spazio necessario al ripieno.
Inserire la crema in una sac a poche con beccuccio liscio, praticare un piccolissimo foro alla base di ogni dolce e farcire. Le nuvole, inserendo la crema, si fredderanno quasi subito, a questo punto si può decorare con   zucchero a velo vanigliato e servire. 


giovedì 10 marzo 2016

Macaron con crema nutella e al cioccolato bianco








I Macaron sono in assoluto i dolcetti più glaumour del momento. E' un dolce di origine francese, in particolare della zona di Cormery,si ipotizza però ch l’origine sia italiana. Caterina de’Medici commissionò un dolce(conosciuto con il nome di maccarone, una sorta di amaretto) ad un pasticcere italiano. Quando nel 1533 Caterina si sposò con Enrico II di Francia, portò con sé questo dolce il cui nome venne francesizzato e la ricetta modificata.
Negli anni del 1800 gli unici macarons venduti erano alla marmellata, al liquore e alle spezie fu solo nel 1900, grazie al pasticciere Pierre Desfontaines, che lavorava presso la pasticceria Ladurée, che macarons iniziarono la scalata verso il successo e vennero aggiunti diversi gusti, anche salati.Sono composti da due gusci, dalla superficie liscia e dalla circonferenza increspata ottenuti mescolando albume d’uovo, sale, farina di mandorle e zucchero a velo, uniti poi da una crema ganache, al burro o marmellata.



Ingredienti:

Mix per Macaron bianco Silikonmart
80 gr. albume
colorante alimentare rosa q.b.

Ripieno:
Nutella
Crema al cioccolato bianco

Preparazione:

Prendo il mix Silikonmart e ci aggiungo gli albumi a temperatura ambiente e mezzo cucchiaino di colorante rosa Silikonmart in polvere ed inizio a montare per 3/4 minuti.
Finito aggiungo l'impasto in una sc a poche con beccuccio largo tondo .
Su una teglia da forno metto della carta forno e inizio a fare tutti cerchi con una semplice pressione della sac a poche.





Do un tempo di riposo di circa 50 minuti.
Inforno 10/13 minuti a 140°.

 


Una volta pronti li lascio raffreddare e li stacco  delicatamente perchè possono  creparsi.
La farcitura è a piacere,io come prima volta ho utilizzato una crema nutella e una al cioccolato bianco, con la prossima prova utilizzero una ganache...alla prossima!




domenica 28 febbraio 2016

Spaghetti integrali al profumo di mare con alghe e lupini


I lupini sono ricchi di vitamina A, B e C, Omega 3 e Omega 6, ma anche di moltissimi minerali come lo zinco, il ferro, il calcio, il potassio e il manganese. Le proprietà dei lupini in campo alimentare sono sempre più note, soprattutto per la sua capacità di regolarizzare la digestione e l’assimilazione dei nutrienti. E’ un sostituto eccellente per chi ha deciso di seguire una dieta vegana o vegetariana, perché offre quelle proteine indispensabili per il buon funzionamento del corpo.
 



Ingredienti per 2 persone:

160 gr. spaghetti integrali
80 gr. lupini sgusciati
alghe marine q.b.
prezzemolo q.b
olio evo q.b.
sale q.b.
vino bianco per sfumare
5 pomodori rossi
peperoncino q.b.

Preparazione:

In una padella facciamo riscaldare l'olio e aggiungiamo aglio , peperoncino e lupini.
Sfumiamo con del vino bianco e continuiamo la cottura aggiungendo i pomodorini e le alghe marine, facendo cuocere a fuoco medio per 5 minuti.
Scoliamo al dente,saltiamo gli spaghetti nel sugo e serviamo con una manciata di prezzemolo.







martedì 23 febbraio 2016

Frittelle altoatesine




Ingredienti per 30 frittelle:
Farina 100 gr
Zucchero a velo 20 gr
Latte fresco intero 100 ml  
Uova medie 1
Vanillina 1 bustina
Sale un pizzico
Olio per friggere q.b.

Preparazione:
Sbattete l’uovo e lo zucchero a velo con una frusta, poi aggiungete il latte, il pizzico di sale e la vanillina e la farina setacciata  .La consistenza dell’impasto deve essere cremosa e densa . Mettete circa 3 dita di olio di semi di arachide in un tegame basso e largo e portatelo a 180° .     
Tuffate all’interno dell’olio il ferro da frittelle con la forma prescelta avvitata al manico (di solito ci sono tre sagome diverse in dotazione) e lasciatelo scaldare per qualche secondo.Estraete il ferro, fatelo sgocciolare e poggiatelo un secondo su di un foglio di carta da cucina. Intingete il ferro nella pastella  senza però che quest’ultima superi i bordi superiori dello stampo. Immergete immediatamente lo stampo nell’olio in modo che la pastella resti qualche mm al di sotto; attendete qualche secondo poi scuotete leggermente il ferro in modo che l’impasto, gonfiandosi, si stacchi da solo . Procedete così fino a formare e friggere 3-4 frittelle per volta che lascerete dorare su entrambi i lati e poi metterete a sgocciolare su della carta da cucina . Proseguite nello stesso modo fino a terminare tutto l’impasto (formerete circa 45-50 frittelle), tenendo conto che potete anche scegliere di cambiare forma e realizzare frittelle di varie sagome. Quando tutte le frittelle saranno pronte, spolverizza tele con lo zucchero a velo vanigliato e…buon appetito!

sabato 9 gennaio 2016

Polpette di broccoli e patate con cuore filante



Ingredienti per 12 polpette:
2 patate medie   lesse
700 gr broccoli lessati
60 gr pane grattugiato + 100 gr. per la panatura
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
50 gr. di emmental a cubetti
Olio per friggere
Paprika q.b.
Pepe nero macinato fresco q.b.
Sale q.b.

Preparazione:
Una volta lessate le patate ed i broccoli, schiacciate tutto con uno schiaccia patate, aggiungete  il parmigiano, aggiustate di sale, di pepe, aggiungete la paprika e il pane grattugiato
Formate delle palline inserendo al centro il cubetto di formaggio e passatele nel pane grattugiato
Una volta impanate friggetele in olio ben caldo.
Devono essere ben dorate!! Servite belle calde.

Risotto integrale con verza e funghi



Da quando mio figlio è diventato vegetariano(ormai 5 anni), sono entrata in un altro mondo, il quale ha arricchito la mia passione per la cucina.
Ho imparato ad usare le verdure e gli ortaggi in mille altri modi. Ho imparato a conoscere e provare cereali  di cui non sapevo l'esistenza.
Condivido appieno la sua scelta, pur mantenendo la mia, ma posso dirvi che comunque la conoscenza di questa nuova alimentazione mi ha portato a mangiare in modo più corretto, a convincermi sempre più che non è necessariamente importante mangiare  spesso carne o pesce.




Ingredienti:
320 gr di riso integrale
10 foglie di verza
1 confezione di misto di funghi  freschi 
1 litro di brodo vegetale 

1/2 cipolla  
1 carota
1 bicchiere di vino bianco
Formaggio grattugiato tipo grana  se piace
olio evo
sale
pepe

Preparazione:
In una padella facciamo saltare i funghi,la carota a dadini e la cipolla con un filo d'olio. Laviamo le foglie di verza e tagliamole a listarelle.   A metà cottura dei fungi aggiungiamo la verza, sale,pepe e lasciamo insaporire. 
A questo punto mettete il riso e fatelo tostare un paio di minuti mescolando con un cucchiaio. Versate il bicchiere di vino e lasciate evaporare tutto l’alcol stando ben attenti a non fare attaccare il riso. Iniziate ad aggiungere un mestolo di brodo alla volta, facendolo ben assorbire  e continuando a mescolare. .  Aggiustate di sale e portate a cottura, sempre mescolando.  

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...