giovedì 5 marzo 2009

Frittelle di bianchetti




E' una prelibatezza del mar Mediterraneo ed in particolare dello Ionio. E’ stata ribattezzata dal gergo catanzarese con il nome di “bianchetto” per il colore perla e per le dimensioni estremamente ridotte che la caratterizzano. Questa singolare specie prende nomi diversi a secondo del luogo,li troviamo con il nome di nunnata,schiuma di mare, gianchetti, pingurì.Ottimi fritti ma altrettanto gustosi come condimento per la pasta o serviti come antipasto crudi con una spolverata di pepe nero e del succo di limone.Questa ricetta è della mia amica Ludi ,la quale tempo fa la pubblicò su cookaround , da quel momento non l'ho più lasciata,ve la consiglio vivamente.
Ingredienti:
200 g di bianchetti,1 uovo,1 cucchiaio di farina 00,1 cucchiaio di prezzemolo tritato,acqua frizzante q.b,olio extravergine,sale e pepe.
Preparazione:
Laviamo i bianchettie lasciamoli sgoccioare per bene.Aggiungiamo a questi il pepe, l'olio extravergine (circa 1 cucchiaio e mezzo),prezzemolo e mescoliamo delicatamente.In un'altra ciotola mettiamo l'uovo ed un pizzico di sale, la farina e l'acqua frizzante fino a formare una pastella fluida e senza grumi,solo alla fine aggingiamo i bianchetti.



In una padella portiamo l'olio a temperatura e versiamo l'impasto a cucchiaiate.Le frittelle si gonfiieranno leggermente e quando saranno diventate dorate le ho scoliamo e li faremo asciugare su della carta assorbente.
Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...