martedì 16 marzo 2010

Cavatelli con verza, carote e speak



Grazie ad Internet ho a riscoperto la verza!!
Di solito la utilizzavo solo per il risotto, adesso invece la porto in tavola non solo tra gli ingredienti dei primi piatti ma anche come contorno, una vera bontà, ve la consiglio vivamente.
Molteplici sono anche le sue propietà essendo considerata una pianta medicinale, ha potere antinfiammatorio, cicatrizzante e depurativa.
Il suo succo invece può curare acne, ascessi, artrosi, artriti e anche le infiammazioni delle vie aeree.
Le nostre nonne invece, usavano le foglie di verza per realizzare una maschera di bellezza. Se si pestano alcune foglie e se ne raccoglie il succo in una grossa garza, applicata sul viso e tenendola mezz'ora, rende la pelle vellutata.
Passiamo adesso alla ricetta, io l'ho trovata sul blog di Simo, "Pensieri e pasticci", lei a sua volta ha preso spunto invece da Tania di "Dulcis in Furno" , un bel passaparola quindi, fino ad approdare qui sul mio blog.

Ve la propongo con delle piccole varianti nelle dosi degli ingredienti, buon appetito!



Ingredienti per 4 persone:
400 gr. di cavatelli
200g di verza tagliata a strisce
2 carote
1 di cipolla media bianca tritata
4 cucchiai di olio d'oliva
mezzo bicchiere di vino bianco
sale e pepe q.b.
80 gr. speck a listarelle

Preparazione:
Per prima cosa sbollentiamo per qualche minuto la verza in acqua bollente salata. Scoliamola per bene e lasciamo un attimo da parte.
Scaldiamo l'olio in una padella larga e facciamo appassire la cipolla insieme allo speck.
Aggiungiamo le carote e cuociamo mescolando di tanto in tanto.
Aggiungiamo la verza tagliata grossolanamenete, copriamo col coperchio e cuociamo a fiamma moderata mescolando di tanto in tanto per circa 10 minuti.
Scopriamo e aggiungiamo il vino, lasciamo evaporare, aggiustiamo di sale.
Nel frattempo cuociamo la pasta in acqua bollente salata, scoliamo al dente e traferiamo nella padella con la verza, lo speck e le carotine a pezzetti o a julienne, mescoliamo bene il tutto...
Lasciamo insaporire qualche minuto e serviamo con una bella spolverata di pepe e pecorino.




Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...