lunedì 26 aprile 2010

Madeleine


Era da parecchio tempo che pensavo di preparare le Madeleine e proporre una discussione sulle Madleine di Proust!
Questo che citerò è un brano che attira particolarmente la mia attenzione......
Credo che spesso sia successo anche a voi di assaggiare qualcosa, sentire un odore.... e immediatamente scatta nella vostra mente un ricordo che sembrava rimosso.
Che cos'ha di particolare questo dolcetto per esercitare sul nostro scrittore un effetto tale?
Nulla solo il ricordo!
Ecco a voi uno di pezzi letterari a mio avviso più belli della letteratura!

[...] in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè.
Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo.
Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario.
Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa.
M’aveva subito resi indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa [...].



La ricetta che vi posto è il risultato di una serie di sperimentazioni di ricette francesi, ho ottenuto un dolcetto il cui interno risulta abbastanza umido, proprio come volevo io!
L’unica cosa che dovrete obbligatoriamente fare è procurarvi lo stampo per madeleine, in modo che i dolcetti assumano la classica forma di conchiglia.
Il mio stampo prevede 9 formine.




Ingredienti per 36 Madelen:
3 uova, 120 gr. di burro morbido, 1 buccia di limone grattugiata, 1 cucchiaio di miele, 250 gr. di farina, 1 cucchiaino di lievito in polvere, 180 gr. di zucchero, 10 cl. latte, 1 fiala aroma mandorla amara, 1 pizzico di sale, mezza stecca di vaniglia.

Preparazione:
Fondere il burro a fuoco medio fino a quando non raggiunge un color nocciola chiaro. Aggiungere il miele, poi lasciate raffreddare.
In una terrina sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere il latte, la scorza di limone grattugiata, il sale e gli aromi. Aggiungiamo alla fine la farina e lievito setacciati. Mescolare bene sino ad avere un impasto e aggiungere il burro e il miele.



Lasciate riposare per una notte.
Preriscaldare il forno a 180 gradi (statico).
Riempire gli stampi in due terzi e cuocere per 10 minuti, poi aumentare a 200 gradi e proseguire per 5 / 7 minuti (a seconda del vostro forno, fate qualche test).
Togliere dagli stampi e lasciare raffreddare, poi spolverizzare con zucchero a velo.
Conservare in un contenitore ermetico, si mantengono fragranti per diversi giorni.


Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...